Capita anche a te, in questi giorni di emergenza sanitaria, di dover continuamente postare sui social comunicazioni relative a chiusure, consegne e spedizioni sospese e alla difficoltà di garantire un servizio ordinario e puntuale? Questo nuovo post è dedicato a te, che hai deciso di continuare a postare, nonostante tutto. Ecco 7 utili idee per comunicare il tuo brand sui social ai tempi del Coronavirus.

7 idee per ottimizzare la tua comunicazione social durante questa emergenza sanitaria

  1. Rendi flessibile il calendario editoriale: la prima cosa da fare è di natura strategica-organizzativa e te la spiego subito. Sono sicura che prima dell’emergenza Coronavirus avessi preparato con cura il tuo calendario editoriale mensile. Giusto? Con l’imprevedibile evoluzione del Covid-19, il tuo piano editoriale dovrà essere sempre super flessibile e prevedere contenuti informativi, utili, di tendenza (non abusarne però) e coinvolgenti e con il giusto tone of voice.
    Scopri come lavorare sul tone of voice al punto 2.

  2. Lavora sul tone of voice del brand: per tone of voice, o registro comunicativo, intendiamo, in sintesi, lo stile comunicativo che usi per interagire con il tuo pubblico. Ogni brand è un caso a sè ma, se posso darti un consiglio, cerca di non usare toni troppo melodrammatici: la situazione è delicata e le persone hanno bisogno di sentirsi rassicurati, di sobrietà e di messaggi positivi!

  3. Continua a comunicare: vi ricordate: ” La voce del silenzio?”, la canzone resa celebre, tra gli altri, da Mina? C’è un verso che recita così: “ci sono cose in un silenzio che non m’aspettavo mai, vorrei una voce e improvvisamente ti accorgi che il silenzio ha il volto delle cose che hai perduto!”
    Ecco, in questo periodo, scegliere il silenzio significa trasmettere sconfitta e senso d’isolamento ai nostri follower/ fan/ clienti. Vale la pena perderli, essere dimenticati, dopo tutto ciò che abbiamo fatto per coltivarli nel tempo? Ci sono molti modi per “farsi sentire”. Se ti va di conoscerli, corri subito al punto 4!

  4. Non abbandonare la community! Sembra assurdo, ma non c’è periodo migliore per fare rete, come questo. Trasforma l’emergenza in un’occasione di valore facendo storytelling aziendale! Alimenta di contenuti il tuo blog aziendale, rivitalizza i precedenti e usa i social per veicolarli.

    Apri le porte della tua azienda! Narrane la storia, accompagnando le persone virtualmente per mano: umanizza la tua impresa e infondi coraggio, raccontando episodi di successo! Parla della filosofia che c’è dietro alla creazione dei prodotti, o rivelane,per esempio, qualche curiosità.

  5. Offri sconti e promozioni su prodotti o su spedizioni e consegne, se hai un e-commerce. Non hai un e-commerce? Perché non valuti questo modello di business?

  6. Fai help marketing: non è possibile consegnare i prodotti ordinati dai tuoi clienti, anche quelli prenotati tempo fa? Ci sono dei problemi logistici? La merce è arrivata ma con qualche difetto o in forte ritardo? Non chiuderti a riccio e intensifica il social customer care: fai sapere ai tuoi clienti che saranno messi a loro disposizione canali social, mail e linee telefoniche dedicate, per richiedere informazioni. Fai sentire che il tuo staff è pronto ad ascoltarli e a supportarli, definendo una policy di intervento precisa.

  7. Fai qualcosa di utile per la tua comunità! Dai buoni consigli su come usare, per esempio, i tuoi prodotti. Aiuta le persone a godere del tuo servizio anche quando tu non puoi offrirlo. Quante palestre, in questi giorni, trasmettono sessioni di fitness dai loro canali social, per permettere alle persone di tenersi in forma e di allenarsi da casa?! Quanti chef insegnano a realizzare particolari ricette con l’hashtag #iocucinoacasa?

Spero di averti dato qualche nuova idea per comunicare sui social durante questi giorni di quarantena. Tu come stai affrontando l’emergenza Coronavirus sui tuoi canali social? Scrivilo nei commenti!